Gratin di gamberi al formaggio

SCAMPI10 (2)

Per le serate con i vostri amici, per un’occasione speciale, ecco un antipasto raffinato, veloce e di grande effetto. Servite i gamberi accompagnandoli con un buon pane casareccio perché i vostri ospiti non la smetteranno di far scarpetta..

La spesa per 4 persone: 500 g. code di gamberi ( anche surgelati) – 2 patate lesse – 1 scalogno – Cognac – sale e pepe bianco – 250 g. phildelphia – olio di semi q.b. – 100 g asiago stagionato  – 8 conchiglie vuote di capesante ( o pirofile monoporzione) – pane casareccio.

Mettete a lessare le patate, fatele raffreddare e poi tagliatele a tocchetti piccoli.

Lavate i gamberi, sgusciateli, incidete il dorso per eliminare il  filamento nero.

Grattugiate il formaggio Asiago stagionato

In una padella grande fate un soffritto con olio e scalogno, rosolate i gamberi per 2 minuti ( non di più per non indurire la carne) aggiungete un pizzico di sale, una macinata di pepe bianco e poi sfumate con uno spruzzo di Cognac.

Tenete in caldo 8 code di gamberi interi. Frullate i gamberi rimanenti con il sughetto, il Philadelpia, aggiungendo poche gocce di olio di semi fino a creare una abbastanza densa. Aggiustate di sale.

Riempite le conchiglie con questa salsa, abbondate con i tocchetti di patate, cospargete con l’Asiago grattugiato, grigliate nel forno caldo a 200 gradi per 5/7 minuti, finché il formaggio avrà un bel colore dorato.

Servite subito in tavola appoggiando un gambero intero in ogni conchiglia e gustatelo con un buon bicchiere di Prosecco Asolo Superiore Ca’ Zen!

Cliccate qui per  Prosecco Asolo Superiore Ca’ Zen

prosecco ca zen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...